domenica 29 luglio 2018

Torta da farcitura di Martha Stewart, vanilla layer cake




La ricerca della base perfetta per una torta da farcire non è semplice. Ne ho provate diverse ma non ero mai pienamente soddisfatta, c'era sempre qualcosa da perfezionare o da cambiare.
Poi ho incontrato la ricetta di Martha Stewart, la Vanilla Layer Cake. Incuriosita l'ho provata, e ho trovato la mia base ideale. E' stato amore al primo assaggio.
Mi piace per diversi motivi.
Innanzitutto, la facilità e velocità di preparazione. Ha pochi ingredienti e si assembla in un attimo.
Poi, fattore certamente non trascurabile, è buonissima, anche per la colazione. La ricetta base prevede l'uso della vanglia, ma la si può aromatizzare come si vuole, quindi è anche versatile. All'interno non è secca, rimane leggermente umida.
Inoltre, ha una crescita regolare, rimane piatta, senza la cupola che poi va scartata quando si fa una torta a strati, quindi non si hanno sprechi. All'interno ha una struttura uniforme, senza antiestetiche bolle d'aria.
Insomma, l'ho provata diverse volte, e mi ha sempre soddisfatta.
E' una ricetta affidabile, con cui ho fatto una delle torte a strati più buona mai mangiata.
Dopo aver provato la preparazione di Martha Stewart, sono diventata una sua fan, e ho acquistato anche un suo libro, delizioso.
Clicca qui per leggere la ricetta

venerdì 20 luglio 2018

Croissant sfogliati con sciroppo d'acero




Amo così tanto i croissant che ho sfidato il caldo, approfittando di un lieve calo delle temperature (28° circa), per sfogliare e provare un'idea che avevo da un pò. 
Volevo fare dei croissant con la farina di farro, provare la ricetta con il lievitino di Luca Montersino, e aggiungere l'aroma dolce dello sciroppo d'acero.
Sicuramente non è stato facile sfogliare con il caldo, ho cercato di fare più velocemente possibile, e sicuramente le esperienze precedenti mi hanno aiutato. Consiglio di usare attrezzature fredde, come il mattarello, e di lavorare velocemente, anche durante la formatura.
Il risultato però mi ha soddisfatto molto.
Al momento di formare i croissant li ho spennellati con lo sciroppo d'acero, un po' di zucchero di canna, e li ho arrotolati. Sono venuti lievemente più dolci e con quella nota aromatica dello sciroppo che mi piace tanto. Non prevarica assolutamente, ma da una corposità di sapori più intensa.
Con una parte di impasto ho fomrato delle eclair sfogliate, ripiene di semplice crema pasticcera.
Per vedere i passaggi fotografici delle pieghe potete controllare anche qua, nella prima ricetta di croissant che ho pubblicato.
Per il burro mi raccomando, è importantissimo usare il burro adatto, che deve mantenere una consistenza flessibile tipo plastilina. Io uso il Lurpakclassico.
Clicca qui per leggere la ricetta

venerdì 13 luglio 2018

Chocolate brownie cookies




Avete presente quando viene voglia di cioccolato? Ma non di un semplice quadratino preso da una barretta, serve qualcosa di cioccolatoso, farinoso ma umido, da masticare per un po'. Questa ricetta mi è capitata fra le mani in uno di questi momenti, e ho deciso subito di provarla.
Di veloce esecuzione, facile, regala dei cookies dal sapore intenso e dalla deliziosa consistenza morbida e umida, come se fossero dei brownie. Gli americani li descrivono come "fudgy" e "chewy", ossia cremosi e morbidi, e lo sono veramente, esaltati dalla lieve nota salata del burro leggeremente salato Lurpak. Ovviamente non vanno cotti troppo, per non seccarli.
La ricetta è così semplice che vanno bene anche per far partecipare i bambini alla preparazione, si divertiranno a fare delle palline da mettere sulla teglia.
Sono veramente ottimi, io sono riuscita a mangiare solo 1 biscotto e mezzo, gli altri se li sono spazzolati alla velocità della luce. In tutto sono durati un pomeriggio e un mattino, mi sembra una buona garanzia sulla loro bontà.
Clicca qui per leggere la ricetta

venerdì 29 giugno 2018

Meringhe da forno




Una ricetta base, con soli due ingredienti, ma che ha sempre un suo fascino.
Le meringhe, comode da fare quando si hanno degli albumi che avanzano.
Ricetta presa dal libro di Di Carlo, mi sono divertita a colorarle leggermente con colori pastello per renderle ancora più delicate. Il loro punto di forza è che si conservano perfettamente per giorni chiuse in una scatola di latta, quindi possono essere preparate con un po' di anticipo, quando si ha del tempo libero. E per me questa è una grande comodità.
Per creare delle belle meringhe sarà necessario usare la sac a poche. Io ho usato quelle della Decora, le più robuste che ho provato fino ad ora.
Clicca qui per leggere la ricetta

venerdì 22 giugno 2018

Monoporzione alla mandorla, fragola, cioccolato e caramello




Questo è un dolce delicato, fresco, ma arricchito dal sapore del cioccolato e del caramello.
Volevo provare la namelaka alla fragola di Santin che ho visto sul blog della bravissima Vanessa, e devo dire che è veramente buona. Il sapore della fragola non prevarica troppo, c'è un perfetto equilibrio, e l'ho usata come inserto all'interno del cremoso alla mandorla di Christophe Adam, di cui ho il fantastico libro "Eclair de Génie".
La glassa al cioccolato e caramello è sempre di Santin, mentre all'interno del dolce ho inserito un dischetto di torta al cacao che dona quel tocco farinoso secondo me assolutamente indispensabile nei dolci moderni. E' la base della Devil's food cake, che mi ha consigliato la mia amica Concetta. La ricetta la trovate sotto forma di cupcakes nel libro "The hummingbird bakery", ottima anche come torta, cresce benissimo e in modo regolare, senza creare sgradevoli cupole, e rimane leggermente umida.
Come base d'appoggio ho usato un dischetto di streusel alla mandorla, ricetta di Leonardo Di Carlo, insaporito dal burro leggermente salato Lurpak.
E' un dolce piccolo, ma dentro ha tutto quello che serve. Perfetto a fine pasto e diverso dal solito.
Clicca qui per leggere la ricetta

venerdì 1 giugno 2018

Torta con cremoso di yogurt alla fragola, pistacchio e limone




Per la cresima di mio figlio volevo ottenere un nuovo effetto decorativo, mischiando dei colori delicati e usando altri pochi dettagli, e volevo provare una nuova crema allo yogurt.
Inoltre mi piaceva l'idea di creare una torta moderna, ma con diverse stratificazioni più solide alternate alle creme, in modo da avere un dolce moderno ma stratificato come una torta tradizionale.
Lo sampo Genoise di Silikomart mi ha consentito quindi di ottenere una torta più alta, in quanto ha una profondità maggiore rispetto ai soliti stampi rotondi in silicone, contenendo bene tutti gli elementi.
Per il cremoso ho trovato la ricetta di Damiano Carrara, e, leggendo gli ingredienti e il procedimento, mi ha subito ispirata. Ha anche una nota di limone che sta benissimo con la fragola.
L'ho abbinata a due strati di dacquoise cocco e pistacchio della Caraibi di Luca Montersino, alla gelee alla fragola sempre di Montersino, e a una base di torta al limone presa da qui. Per la glassa ho usato la solita ricetta di Claire Heitzler con cui mi trovo benissimo, perchè non ha il gusto coprente del cioccolato, non necessita del riposo di una notte in frigo, e il suo gusto neutro consente di far risaltare i sapori del dolce senza alterarli.
Devo riconoscere che non amo i dolci moderni con strati troppo alti di sole creme, perchè mi stancano dopo pochi bocconi, ma, usando inseriti solidi tipo biscotti morbidi, dacquoise, o torte, l'effetto è completamente diverso.
La torta ha ricevuto un sacco di complimenti ed è piaciuto molto.

venerdì 25 maggio 2018

Torta con namelaka al limone e gelee ai frutti di bosco




Ho una vicina di casa gentilissima, simpatica e disponibile, ed è una grande fortuna.
Dovevo portarle una torta, e mi ha chiesto un dolce con la namelaka al limone presa da qua e usata nel mio Dolce alla birra e limone, con la glassa usata sempre nello stesso dolce, e una gelee ai frutti di bosco tratta dalla Perla Rubino di Montersino.
Ho completato con la buonissima torta al limone che uso spesso e che ho trovato qua.
Ne è risultata una torta molto profumata e fresca. Se piace il gusto del limone è da fare e rifare.
Clicca qui per leggere la ricetta